archivio storico comunale archivio storico comunale
italiano español
 
» Home  


ARCHIVIO STORICO DEL COMUNE DI PARMA




Saranno accettate le richieste solo tramite e-mail(archivio.storico@comune.parma.it).


La modalità ordinaria di risposta alla domanda di accesso agli atti edilizi sarà quella via mail.


IMPORTANTE :

Per facilitare la ricerca delle pratiche edilizie si suggerisce di utilizzare il servizio on line di 'Consultazione archivio storico delle pratiche edilizie' che trovate al seguente

https://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/Consultazione-stato-pratiche-edilizie-presentate-fino-al-31-12-1999.aspx#articolo-par-servizioonline

o per consultazione titoli edilizi presentati dal 2000 ad oggi al seguente link https://www.servizi.comune.parma.it/ricercheedilizia/

Il personale resta a disposizione per qualsiasi informazione.

Per maggiori informazioni circa la modalità e la compilazione del MODULO di richiesta di accesso agli atti si rimanda alla sezione nel menù a sinistra I Servizi - Informazione sugli accessi agli atti edilizi.

Il pagamento dell'importo dovuto verrà comunicato dopo la consultazione delle pratiche e dovrà essere corrisposto tramite il servizio on-line di Pago-PA a cui si può accedere dal seguente link


Si prega di prendere visione della pagina CONTATTACI per visualizzare le modalità di appuntamento previste.



Archivissima 2024 - La Notte degli Archivi

È di nuovo spettacolo: l'acqua va in scena al Giardino Ducale


L'Archivio Storico Comunale partecipa, in collaborazione con l'Università di Parma - Dipartimento DUSIC,  al Festival Archivissima 2024 - La Notte degli Archivi con l'evento "È di nuovo spettacolo: l'acqua va in scena al Giardino Ducale" venerdì 7 giugno 2024, primo turno alle ore 19:00 e secondo turno alle ore 20:30, ritrovo presso la Peschiera del Parco Ducale.

Prenotazione obbligatoria tramite la WebApp "PrenotaEventi" del Comune di Parma al link www.comune.parma.it/prenota a partire dal 30 maggio 2024.

Descrizione evento:

I documenti conservati in Archivio Storico Comunale ci permettono di riscoprire inediti paesaggi acquatici e di conoscere come l'acqua sia sempre stata un’importante risorsa sociale e una fonte d’ispirazione sia in ambito artistico che tecnico. Racconteremo la storia dei canali che un tempo percorrevano la città e, in particolare, attraversavano il Parco Ducale, dove fontane e giochi d'acqua, ormai perduti, incantavano i cittadini e i viaggiatori.



Quante storie nella Storia 


Anche quest'anno l'Archivio Storico Comunale di Parma partecipa alla rassegna regionale "Quante storie nella Storia 2024" con un video realizzato in collaborazione con l'Università di Parma (DUSIC) dal titolo "Smuoviamo le Acque - Parma e le sue acque: un'unica storia". 

È possibile vedere il video cliccando qui https://patrimonioculturale.regione.emilia-romagna.it/archivi/quante-storie-nella-storia/programmi-qs/quante-storie-nella-storia-2024/archivio-storico-comunale-di-parma



Qualche volta si faceva vedere il sole

 Mercoledì 6 dicembre ore 21 alla Galleria San Ludovico l’Archivio Storico Comunale di Parma ripropone la performance dedicata al tema Carnet de voyage, realizzata in occasione del Festival Archivissima 2023, e tratta dal diario del soldato Corti, cuciniere durante la Seconda Guerra Mondiale





L’Archivio Storico Comunale di Parma ripropone la performance dedicata al tema Carnet de voyage dopo il grande successo del Festival Archivissima 2023.

Lo scorso mese di giugno il Comune di Parma ha aderito ad Archivissima, Festival dedicato alla promozione ed alla valorizzazione dei patrimoni archivistici, ideato da Promemoria e organizzato dall'associazione Archivissima. Nato nel 2018 dalla precedente esperienza del format "La Notte degli Archivi", il Festival ha accolto nel 2023 l'ottava edizione della Notte, patrocinata dall'ANAI - Associazione Nazionale Archivistica Italiana, che si è tenuta venerdì 9 giugno in concomitanza con la Giornata Internazionale degli Archivi su tutto il territorio nazionale. Sono stati presentati più di 150 eventi dal vivo in tutta Italia e più di 400 archivi hanno aperto le loro porte. La manifestazione ha visto anche la partecipazione degli Archivi Storici dell'Unione Europea e l'Unitat d'Estudis Biografics dell'Università di Barcellona.

 

Tema di quest'anno era il Carnet de yoyage: un oggetto fisico e simbolico, al contempo diario e racconto, disegno e immagine, ritaglio, schizzo con cui appuntare il senso di un viaggio, ricostruendo una trama del tempo trascorso nei luoghi visitati attraverso coordinate e mete da raggiungere, strade da percorrere e orizzonti, approdi e derive, miraggi e ritorni. Il viaggio è esplorazione del diverso e dell'ignoto, apertura verso ciò che non si conosce. Il viaggio è soprattutto andare, ma questo movimento verso un altrove non esisterebbe senza il racconto di ciò che è stato.

L'Archivio Storico Comunale ha presentato per l'occasione una performance teatrale dedicata al diario di un soldato della Seconda Guerra Mondiale ritrovato da Edoardo Bielli ed ora parte del proprio patrimonio. Visto lo straordinario successo di pubblico, che ha registrato il tutto esaurito, si ripropone alla cittadinanza una replica dell’evento.

Il soldato Corti racconta le sue giornate in cucina: dal recupero di burro, latte e patate trasportati con la slitta, alla conta delle pagnotte, a1 menù di Natale, alla festa di Capodanno. Ci parla del freddo, della neve che entra nelle scarpe, delle finestre da riparare, dei russi che si è fatto amico e con cui beve il Volga, "una miscela di liquore che fanno loro, che sa di tutti i gusti meno che di buono". Racconta la sua piccola storia fatta di speranze e paure, ma anche la grande Storia che sullo sfondo irrompe nel diario come un "colpo di najà" come lui stesso scrive rivolgendosi al suo ipotetico lettore con toni semplici, delicati e di gustosa ironia.

L’iniziativa è a cura dell’Archivio Storico Comunale, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e il Liceo Artistico Paolo Toschi di Parma (Prof. Federico Pagliarini e gli studenti Cristian Cassarà, Luca Ferrari, Luigi Mendicino e Federico Pappani dell’attuale classe 5A grafica) per la realizzazione di manifesti ispirati al diario.

Voce narrante, drammaturgia e regia: Carlo Ferrari; racconto storico: Marco Minardi - Direttore di ISREC Parma; composizioni e improvvisazione musicale: Gianluca D’Amico; live painting: Pietro Aimi.

L’Archivio Storico Comunale di Parma conserva la documentazione prodotta e ricevuta dai vari uffici comunali, a partire dal 1861, nell’ambito della loro attività politico – amministrativa. Sono presenti inoltre fondi archivistici relativi ad enti soppressi e diversa documentazione pervenuta per lasciti e donazioni da parte di privati cittadini. L’accesso è consentito previa prenotazione nei seguenti giorni e orari: lunedì e venerdì 8.30/13.00; martedì, mercoledì e giovedì 8.30/17.






Nuovi strumenti e tecnologie per lo studio e la ricerca